errore 410 oppure errore 404

Errore 404 oppure Errore 410

Quando si cambia la struttura del sito web, il problema principale da gestire è l’infinità di errori 404.

Se ci sono pagine simili, ma con un url diverse, bisogna impostare correttamente le regole 301 all’interno del file .htaccess.

In alternativa se non esiste una corrispondenza tra le nuove pagine e le vecchie pagine bisogna evitare di far restituire un infinità di errori 404, evitando così che gli spieder di google, perdino tempo a visitare pagine non più presenti sprecando in questo modo del prezioso crawl budget

Quando è opportuno far restituire un errore 410 piuttosto che un errore 404?

Se una risorsa (URL, immagini,..) non sarà più presente, invece di far visualizzare l’errore  404 (File not Found, che potrebbe significare: pagina non trovata  temporaneamente),  per indicare che la risorsa è stata rimossa in modo definitivo ed evitare quindi penalizzazioni per il posizionamento del sito, viene utilizzato l’errore 410 (Gone), il quale indica al motore di ricerca che una risorsa è permanentemente non più disponibile e che quindi deve essere eliminata dagli indici di google.

Per risolvere il problema, si usa il codice di stato HTTP 410

Quindi, mentre con un 404 lo spider tornerà a visitare la pagina per verificare se è tornata disponibile, con un 410, lo spider non andrà mai più a verificare se la risorsa è disponibile, avviando un processo di rimozione della pagina dalla SERP.

COME LO IMPLEMENTARE ERRORE 410

Ci sono tantissimi tool in giro che ti permettono di farlo, ma come avrai capito a me non piace appesantire il sito web con altre risorse, e preferisco impostarlo tramite una semplice regola nel file .htaccess.

# le seguenti righe sono equivalenti nel risultato
Redirect 410 /blog/seo.html
Redirect gone /blog/seo.html
RewriteRule ^blog/seo.html$ – [G,L]