strumenti ricerca parole chiave

Primi Passi per un Migliore la ricerca delle parole chiave

Prima segliere le parole chiave sulle quali andarci a posizionare, valutare i nostri “VERI” competitor sul web e scivere i testi, dobbiamo conoscere come google valuta le query digitate degli utenti.

Quindi per ottenere un buon ranking è di fondamentale importanza, avere conoscenza delle tematiche della seo, e conoscere alcuni aspetti:

Google durante la valutazione delle query, ignora gli articoli, le preposizioni e le congiunzioni, quindi se digitiamo:

I migliori Hotel di Salerno, per google è come se avessimo scritto migliori Hotel Salerno.

Inoltre google NON riconosce determinati caratteri speciali quali @, <,>,# e i seguenti segni di punteggiatura ? ! , .

Chi ha sentito parlare di Thesaurus

Ebbene, quando effettuiamo una ricerca per una determinata query, google in automatico aggiunge alla nostra query altri termini affini, chiamati appunto Thesaurus.

Ancora, chi sa cosa si intende per Stemming

Lo Stemming è un’altra tecnica di espansione della query utilizzata da google, che permette di fornire risultati che hanno la stessa radice linguistica della parola cercata.

 

OPERATORI DI RICERCA BASE DI GOOGLE

Abbiamo parlato di come google espande la nostra query, ora dobbiamo concentrarci sugli operatori logici.

Infatti per effettuare una ricerca più approfondita possiamo sfruttare gli operatori logici, grazie ai quali si possono effettuare analisi SEOpiù approfondite.

Se non hai intenzione di imparare tutti gli operatori di google si possono avere risultati analoghi utilizzando la ricerca avanzata di Google.

Provate ad effettuare le seguenti ricerche su google.

SEO Salerno OR SEO Avellino

Ritorna come risultati i SEO Presenti a Salerno ed Avellino

“SEO Salerno”

Scrivendo tra doppie virgolette la query, il motore di ricerca mostrerà soltanto i risultati che contengono l’esatta parola chiave

Hotel Salerno – b&b

Ritornerà tutti i risultati correlati alla parola chiave Hotel Salerno ad eccezione dei b&b

Hotel Piazza * Roma

Se non ricordiamo il nome della piazza possiamo utilizzare l’operatore *

Hotel Torino 50 .. 100

Se vogliamo cercare un hotel a Salerno con prezzi compresi tra 50 e 100 euro possiamo utilizzare ..

 

La ricerca con operatori avanzati di Google

Tali operatori di ricerca avanzati sono molto utili per fare analisi SEO. Di seguito elenchiamo alcuni operatori utili ai SEO specialist quando bisogna restringere il campo di ricerca e focalizzare l’attenzione su pagine ben specifiche.

Site:nomedominio.it

Ci fornisce come risultato tutti gli url del dominio inserito. Ci sarà utile quando dobbiamo verificare la corretta indicizzazione del sito.

Site:nomedominio.it

Ricerca tutti gli url compresi i sottodomini.

Site:www.nomedominio.it

Ricerca tutti gli url del dominio.

Site:nomedominio.it/categoria

Ricerca tutti gli url a di quella categoria.

E’ possibile combinare operati base ed operatori avanzati.

Ad Esempio: “consulente seo” site:posizionamentomdr.it ci dà tutte le pagine di posizionamentomdr.it che contengono la parola chiave consulente seo. FIGO NOOO!!!

inurl: e intitle:

Supponiamo di voler trovare le sole pagine, online, che hanno nel title la frase “seo specialist”, e nell’url la parola blog. La combinazione giusta dovrebbe essere la seguente:

inurl:blog intitle:”seo specialist”

 

Operatore info:

L’operatore info ci fornisce un quadro generale del dominio.

Cerco di spiegarmi con un esempio

Quando usare l’operatore info:

info:posizionamentomdr.it

Mostra la copia cache di posizionamentomdr.it generata da Google

Trova pagine simili a posizionamentomdr.it

Trova pagine che contengano un collegamento a posizionamentomdr.it

Trova le pagine Web dal sito posizionamentomdr.it

Trova pagine che contengano il termine “posizionamentomdr.it”

 

Operatore cache:

L’operatore cache, mostra la copia cache del sito, così come è è stata scansionata dal crawler di google. È un’istantanea della pagina visualizzata dallo spider l’ultima volta che questo ha visitato il sito.

cache:posizionamentomdr.it

ci fornisce la versione cache di Google del mio sito

KEYWORD PLANNER: ALCUNI STRUMENTI

Prima di scrivere i contenuti delle nostre pagine, dobbiamo valutare quali parole chiave utilizzare, per farlo possiamo utilizzare vari strumenti di Keyword planner. Questa attività ti aiuterà a posizionarti meglio sui motori di ricerca.

Google ha introdotto vari strumenti per il suggerimento delle parole chiave.

Uno di questi prende il nome di google suggest, ecco il perchè ci vengono suggerite le query direttamente da google mentre digitiamo una query di ricerca. 

ricerca parole chiave: google suggest

Quindi un buon modo per iniziare la nostra ricerca potrebbe essere:

  1. Pensare quali parole chiave potremmo utilizzare per ottimizzare il nostro sito
  2. Inserirle nella barra di ricerca di google e valutare i risultati che ci vengono forniti.

Un altro strumento molto utile è google Ubersuggest, il quale ci indica un insieme di parole chiave simili a quelle che vorremmo utilizzare, riuscendo così, anche, a trovare le cosiddette query a coda lunga.

Dopo aver deciso quale parole chiave utilizzare, dobbiamo valutare la nostra concorrenza, per fare questo ci vengono in aiuto alcuni operatori di google: allintitle e allinanchor.

operatori di google allintitle

Ci fornisce la lista di tutti i nostri potenziali concorrenti che hanno una determinata parola chiave all’interno del tag <title>

google allinanchor

Ci fornisce la lista di tutti i nostri potenziali concorrenti che utilizzano parola chiave nei collegamenti.

Fatto ciò dobbiamo utilizzare strumenti che ci permettono di valutare la key efficiency indicators (KEY), ovvero l’efficienza di una parola chiave, e la Keyword Competition, ovvero la difficoltà di posizionamento delle parole chiave, per farlo utilizzeremo i cosiddetti strumenti di keyword planner.